• Alex Li Calzi

ANELLETTI ALLA PALERMITANA

La pasta al forno e’ per eccellenza il piatto della festa!

Gli anelletti sono un formato di pasta tipicamente usato a Palermo ma famosi ormai in tutta la Sicilia! Conosciuti come “pasta co furnu” o timballo!

Crosticina dorata, ricoperta da melanzane fritte, pronte a sigillare questo scrigno di bontà ! Al taglio si sprigionano tanti aromi tra i quali la cannella! Un ripieno ricco, barocco! Ragù di carne e piselli, prosciutto, formaggio e melanzane! Insomma io corro a mangiarla!


Ingredienti per 6 persone

600 grammi d anelletti

500 grammi tritato di carne (possibilmente misto, vaccina-maiale)

1 cipolla

1 carota

2 coste di sedano

Un ciuffo di prezzemolo

1 pizzico di cannella

1litro di passata di pomodoro

Un tubetto di concentrato di pomodoro (250 grammi)

250 grammi piselli surgelati

Sale e pepe q.b.

150 g di parmigiano grattugiato

200g di prosciutto cotto a fette spesse

200 g di caciocavallo a cubetti

Soffriggete in una padella larga con l’olio, la cipolla, la carota, il sedano ed il prezzemolo tritati. Aggiungete il tritato di carne. Rosolate, sgranando con un cucchiaio Unire sale, pepe, il concentrato di pomodoro sciolto in poca acqua tiepida e la cannella. Ed infine la passata di pomodoro. Lasciate cuocere a fuoco lento per un ora . A metà cottura aggiungete i piselli.

Cuocere gi anelletti al dente(ricordatevi che hanno una cottura lunghissima )quando saranno pronti condirli con il ragù (tenendone da parte un poco che servirà per ricoprire il timballo) e il parmigiano grattugiato.

Oleare una teglia o uno stampo da timballo e spolverarla con il pangrattato, foderare con le fette di melanzane fritte. Adesso adagiarvi metà degli anelletti già amalgamati con il ragù. Mettere il prosciutto a pezzettini ed il cacio cavallo ed infine ricoprire con il ragù che avevate messo da parte. Informate a 180° per circa trenta minuti. Il timballo sarà pronto quando la superficie sarà ben dorata lasciatelo riposare prima di sformarlo


40 visualizzazioni